23.1 C
Firenze
mercoledì, Giugno 29, 2022

Lavoro, De Lise (commercialisti): con scomparsa agevolazioni contributive a rischio tessuto economico del Paese

Must read

Vitri (Pd): “Le Marche rischiano di perdere altre guardie mediche”

ANCONA – “Si rischiano altre perdite di guardie mediche per i ritardi della Regione”. È la denuncia della consigliera regionale Micaela Vitri (Pd) che...

Autunno caldissimo, Draghi muove guerra al populismo di ritorno

ROMA – Da una parte il piccolo Putin che in Ucraina lancia missili anche sui supermercati dove la gente fa la spesa, che con...

Tg Politico Parlamentare, edizione del 28 giugno 2022

DRAGHI: “UE ACCELERA SUL TETTO AL PREZZO DEL GAS” C'è l'impegno del G7 a mettere un tetto al prezzo del petrolio russo, ma si continuerà...

Cibo, Focsiv: “La guerra alimenta il land grabbing, dobbiamo stare con i contadini”

ROMA – Nel mondo quasi 92 milioni di ettari di terre sono state accaparrate in tutto il mondo ai danni di contadini, nativi e...

“La mancata programmazione politica rischia di vanificare le norme di politica attiva del lavoro e di non garantire un futuro a strumenti di grande importanza per il tessuto economico italiano.

Il prossimo 30 giugno, infatti, scompariranno le agevolazioni contributive per favorire l’inserimento all’occupazione di giovani e donne, così come la decontribuzione prevista inizialmente per il Mezzogiorno fino al 2029.

Strumenti che cesseranno in maniera anticipata rispetto al termine previsto dalla legge di Bilancio, in attesa della normativa europea, provocando un quadro di grande difficoltà per la programmazione aziendale.

Dal prossimo luglio, gli imprenditori si vedranno costretti a rimodulare l’intero programma occupazionale e i piani finanziari, a ridosso delle scadenze”.

Lo afferma Matteo De Lise, presidente Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

“Riteniamo che tali agevolazioni, visto anche il periodo di grande difficoltà, dovrebbero quanto meno essere stabilizzate nel medio periodo: c’è bisogno di sostegno concreto per le imprese”, evidenzia De Lise.

“Invece, dal ministero del Lavoro non sono arrivate comunicazioni relative agli iter autorizzativi previsti dalla normativa europea che entrerà in atto, impedendo di fatto agli operatori economici di comprendere tempistiche ed eventuali prospettive di organizzazione aziendale.

Chiediamo alle istituzioni di avviare un dialogo per la creazione di uno strumento di comunicazione bidirezionale, atto a supportare pubblica amministrazione, imprese e dottori commercialisti nella gestione delle politiche attive del lavoro”.

L’articolo Lavoro, De Lise (commercialisti): con scomparsa agevolazioni contributive a rischio tessuto economico del Paese proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento

Latest article

Vitri (Pd): “Le Marche rischiano di perdere altre guardie mediche”

ANCONA – “Si rischiano altre perdite di guardie mediche per i ritardi della Regione”. È la denuncia della consigliera regionale Micaela Vitri (Pd) che...

Autunno caldissimo, Draghi muove guerra al populismo di ritorno

ROMA – Da una parte il piccolo Putin che in Ucraina lancia missili anche sui supermercati dove la gente fa la spesa, che con...

Tg Politico Parlamentare, edizione del 28 giugno 2022

DRAGHI: “UE ACCELERA SUL TETTO AL PREZZO DEL GAS” C'è l'impegno del G7 a mettere un tetto al prezzo del petrolio russo, ma si continuerà...

Cibo, Focsiv: “La guerra alimenta il land grabbing, dobbiamo stare con i contadini”

ROMA – Nel mondo quasi 92 milioni di ettari di terre sono state accaparrate in tutto il mondo ai danni di contadini, nativi e...

Luca Argentero: “Ci siamo preparati per ‘Doc’ grazie ai medici del ‘Gemelli’”

ROMA – “Per la preparazione di ‘Doc' io e tutto il cast abbiamo frequentato il Policlinico Gemelli di Roma, il professor Raffaele Landolfi, direttore...