9.9 C
Firenze
venerdì, Dicembre 2, 2022

Donne: convegno Modavi su “Cultura che sconfigge la violenza”

Must read

Da Palermo Fast Track City, un nuovo modello contro l’Hiv

PALERMO – Palermo al centro della lotta all’HIV e delle altre malattie infettive. Questo il messaggio che parte dalle iniziative che si sono tenute...

Azienda elargisce a dipendenti 1.000 euro in buoni spesa per Natale

ASCOLI PICENO – Fainplast, azienda di Ascoli Piceno specializzata nella produzione di compound per cavi, anche per questo Natale ha pensato a tutti i suoi 140...

Allerta meteo a Ischia, a Casamicciola scatta l’evacuazione della zona rossa

NAPOLI – “Dalle ore 16 di venerdì 2 dicembre diventerà operativo il ‘Piano speditivo di protezione civile’ che prevede l‘allontanamento temporaneo dalle aree interessate alla...

Algoritmi predittivi nelle aziende per ridurre consumi energetici e impatto ambientale

Non solo formazione, ma anche testimonianze dalla viva voce di quanti l’impatto delle intelligenze artificiali nelle rispettive realtà aziendali lo hanno misurato in prima...

Domani al Ministero della Cultura

Roma, 24 nov. (askanews) – “La Cultura che sconfigge la violenza” è il titolo del convegno promosso dal MODAVI, Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano con il Patrocinio del Ministero della Cultura che si terrà venerdì 25 novembre 2022, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, alle ore 14,00 presso la Sala Spadolini di Via del Collegio Romano, 27 a Roma. Saluti istituzionali del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano Introdurrà i lavori Mario Pozzi Presidente Nazionale del MODAVI. Prevista la partecipazione di: Patrizia Mirigliani imprenditrice e patron di Miss Italia; Valeria Valente, Senatrice del Partito Democratico; Alice Buonguerrieri deputata di Fratelli d’Italia; Maria Cristina Pisani Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani. L’incontro sarà moderato da Cinzia Pellegrino, esperta di politiche antiviolenza. “La violenza contro le donne è una vera e propria violazione dei diritti umani”. E’ quanto dichiara Mario Pozzi, Presidente Nazionale del MODAVI. “Il MODAVI – continua – si impegna costantemente per promuovere i diritti delle donne e l’empowerment femminile, per tutelare e supportare le vittime di violenza e per realizzare attività educative destinate ai bambini e ai giovani al fine di promuovere il rispetto reciproco e favorire il contrasto alle discriminazioni e alle forme di violenza. Quest’anno – conclude – abbiamo deciso di legare il tema della lotta alla violenza di genere a quello della cultura, poiché riteniamo che si debbano combattere pregiudizi e schemi culturali, promuovendo l’esempio di donne che hanno saputo fare della libertà e dell’autodeterminazione, sia sul piano personale che professionale, uno dei capisaldi del proprio successo. Vogliamo lanciare una sfida culturale e sociale”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Latest article

Da Palermo Fast Track City, un nuovo modello contro l’Hiv

PALERMO – Palermo al centro della lotta all’HIV e delle altre malattie infettive. Questo il messaggio che parte dalle iniziative che si sono tenute...

Azienda elargisce a dipendenti 1.000 euro in buoni spesa per Natale

ASCOLI PICENO – Fainplast, azienda di Ascoli Piceno specializzata nella produzione di compound per cavi, anche per questo Natale ha pensato a tutti i suoi 140...

Allerta meteo a Ischia, a Casamicciola scatta l’evacuazione della zona rossa

NAPOLI – “Dalle ore 16 di venerdì 2 dicembre diventerà operativo il ‘Piano speditivo di protezione civile’ che prevede l‘allontanamento temporaneo dalle aree interessate alla...

Algoritmi predittivi nelle aziende per ridurre consumi energetici e impatto ambientale

Non solo formazione, ma anche testimonianze dalla viva voce di quanti l’impatto delle intelligenze artificiali nelle rispettive realtà aziendali lo hanno misurato in prima...

Roma più ‘verde’, 69 milioni per nuovi alberi e la riqualificazione di parchi e ville

ROMA – Aree verdi riprogettate, viali riqualificati, alberi ripiantumati, aiuole risistemate e nuovi parchi sulle aree verdi in passato definite “non fruibili”. La rinascita...