martedì, 21 Maggio , 24

Dalla tv al teatro, debutta “Stranger Things: The First Shadow”

Video NewsDalla tv al teatro, debutta "Stranger Things: The First Shadow"

A Londra, i fratelli Duffer: è prequel, un ponte tra le stagioni

Londra, 15 dic. (askanews) – Grande entusiasmo a Londra sul red carpet della prima di “Stranger Things: The First Shadow”, adattamento teatrale della serie Netflix, le cui quattro stagioni sono state un successo. Lo spettacolo, che ha debuttato al Phoenix Theatre nel West End, è una sorta di prequel ed è diretto da Stephen Daldry di”The Crown”. La storia si svolge sempre nella piccola cittadina statunitense di Hawkins, nell’Indiana, circa due decenni prima di “Stranger Things”.Tanti gli appassionati e le star intervenute al debutto, da Hugh Jackman a James McAvoy. Matthew Modine, che nella serie tv interpreta il Dr. Brenner ha detto: “La buona notizia è che abbiamo un regista incredibile, Stephen Daldry, per far sì che questo diventi realtà. È un artista molto creativo e sono sicuro che con la guida dei Duffer sarà qualcosa di straordinario”.I fratelli Duffer, creatori del successo tv, sono tra i produttori creativi dello spettacolo e promettono di riportare in vita il mondo di ‘Stranger Things’ in un modo completamente nuovo. “Fa davvero da ponte tra le stagioni. Commenta, penso che arricchisca ciò che avete visto nella stagione 4, ma inizia anche ad alludere e a darvi un’idea di ciò che arriverà nella stagione 5″.”Con lo streaming è fantastico, ma tutti guardano da casa loro e quindi l’esperienza di reagire e rispondere come gruppo è qualcosa di nuovo. E poi anche l’immediatezza di trovarsi accanto a questi personaggi che si spera amino e a cui tengano, o che in questo caso abbiano imparato ad amare e a cui tengano, è un’esperienza molto diversa da quella di guardare la serie. E gli effetti. Voglio dire, solo vedere questi… Come fanno?Effetti incredibili che prendono vita proprio davanti a te e sai che non è stato un artista VFX dietro un computer a farli. Ci lascia a bocca aperta. Non so come abbiano fatto la maggior parte di essi. Sembra una magia. Lo è, è come una magia. È una magia”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles