lunedì, 26 Febbraio , 24

Commercialisti: il 28 febbraio a Napoli focus sull’economia della cultura

Parteciperanno il ministro Gennaro Sangiuliano (Cultura), il...

Fiat: 4 modelli al 2027, il primo fra 4 mesi per i 125 anni del brand

Costruiti su piattaforma multi-energy di Stellantis Milano, 26...

Agricoltori in piazza a Bruxelles, Coldiretti: stop burocrazia

Prandini: servono misure urgenti per reddito imprese...

Domani al Masaf Lollobrigida fa il punto sull’attività Agrifish

E iniziative Governo per mondo agricolo e...

Bonus pubblicità riconosciuto anche per somme fatturate da società concessionarie

AutoprodottiBonus pubblicità riconosciuto anche per somme fatturate da società concessionarie

I chiarimenti del Dipartimento per l’informazione e l’editoria

Arrivano dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria importanti chiarimenti sul bonus pubblicità per l’anno 2023.

“Le somme complessivamente fatturate dalle società concessionarie della raccolta pubblicitaria sono integralmente ammissibili ai fini del calcolo del credito d’imposta – spiega Marco Cuchel, presidente dell’Associazione nazionale Commercialisti – poiché rappresentano, per l’operatore economico committente, la spesa effettiva sostenuta per l’acquisto degli spazi pubblicitari”.

“La Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti pubblicitari realizzati potrà essere presentata fino al 9 febbraio 2024 solo da coloro che hanno presentato la Comunicazione per l’accesso al bonus pubblicità per l’anno 2023”.

“Sono escluse dal calcolo del credito d’imposta le spese sostenute dagli operatori economici che scelgono di avvalersi di servizi di consulenza, intermediazione o di altro genere – conclude Cuchel – poiché si tratta di servizi accessori il cui costo non concorre al calcolo del credito d’imposta”.

L’articolo Bonus pubblicità riconosciuto anche per somme fatturate da società concessionarie proviene da Notiziedi.it.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles