lunedì, 20 Maggio , 24

Ascoli Piceno, ecco il murales di JTI e Save the Planet

Video NewsAscoli Piceno, ecco il murales di JTI e Save the Planet

“Nulla su di noi senza di noi” per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Roma, 12 dic. (askanews) – “Nulla su di noi senza di noi”, il nuovo murales realizzato da JTI Italia e Save the Planet, inaugurato ad Ascoli Piceno all’interno del parcheggio Saba Torricella. L’opera, firmata dall’artista Andrea Tarli realizzata in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno e la locale associazione La Meridiana, rappresenta il concetto del superamento delle barriere, non solo architettoniche, legate alla disabilità, lanciando un messaggio di speranza e inclusione. Il murales deve il suo nome a un passaggio della convenzione Onu sui diritti della disabilità ed è un invito a comprendere le sfide che le persone disabili sono costrette ad affrontare ogni giorno, trasmettendo il messaggio che quelle barriere possono essere superate. “E’ un’opera forte sia dal punto di vista estetico e architettonico, ma soprattutto del messaggio che vuole veicolare – ha dichiarato Tyndaris Cacia, Corporate Affairs & Comunication Manager GTI – Partiamo dal titolo che è “Nulla su di noi senza di noi” che è un passaggio della convenzione dell’Onu sui diritti alle disabilità”. “All’ingresso c’è il messaggio di questa opera che è rompiamo le barriere per un mondo più inclusivo. Barriere che persone con disabilità sono costrette a superare ogni giorno. Questo è un tema molto caro per JTI, la tematica della sostenibilità ebbene, questa opera rientra in un percorso più lungo che noi stiamo facendo con alcuni partner come Save the Planet o Fondazione Arca o Banco dell’Energia. Il tema della sostenibilità sta diventando cruciale per JTI perchè vogliamo contribuire per costruire un futuro migliore”. Nulla su di noi senza di noi si colloca all’interno campagna nata dalla collaborazione tra JTI Italia e Save the Planet per monitorare la sostenibilità ambientale e sociale delle città italiane, promuovendo interventi concreti di concerto con le amministrazioni locali. “Un momento importante perché questo progetto curato insieme a GTI che inizia ormai nel 2020, con vari progetti in varie città d’Italia tra cui Genova, Bergamo, Pesaro, Bari, si aggiunge un po’ a questa lista di interventi urbani che cercano di promuovere uello che è il benessere a livello ambientale e a livello sociale”, ha affermato Nicolò Gerico di Save The Planet.Presente, tra gli altri al taglio del nastro dell’opera, curata dal partner tecnico Lombardini22, il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti: “Qui al parcheggio Torricella è l’ingresso in città, quindi abbiamo voluto fare un intervento di riqualificazione e soprattutto un messaggio di inclusività. Abbiamo realizzato questo murales insieme ad Andrea Tarli, grazie a lui, ovviamente, un grande artista ascolano e quindi abbiamo voluto rappresentare all’ingresso dell’ascensore che porta dietro alla cattedrale di Ascoli Piceno questo grande murales dove l’inclusività è importante dove abbiamo anche dato un messaggio di inclusione attraverso i fiori e quindi si entra in città, perchè questa è la città dell’accoglienza”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles